L'Italia è unita

Cambiamenti a Imola dopo l'Unità

Il 17 marzo 1861 il Parlamento di Torino proclama re dell'Italia unita Vittorio Emanuele II. Termina il lungo percorso di unificazione politica segnato dai moti e dalle battaglie risorgimentali. Inizia il cammino degli italiani verso la costruzione della loro identità nazionale e l'avvio di significative trasformazioni amministrative, sociali e culturali. Il primo sindaco di Imola nell'Italia unita è Giuseppe Scarabelli Gommi Flamini, che coordina il primo censimento della popolazione imolese. Nel maggio 1862 sono pubblicati i risultati del censimento che restituiscono un quadro dettagliato sulla città e i suoi abitanti. Per fronteggiare l'analfabetismo dilagante il Comune apre le scuole serali rivolte principalmente agli adulti lavoratori. In città è introdotto anche il nuovo sistema metrico decimale che modifica profondamente la vita quotidiana.

Accade a Imola 1861-1875

Accade in Italia 1871-1918