Psichiatria alternativa. L'esperienza imolese del 1969

Iniziativa in occasione del 50° della morte di Gastone Maccagnani (1921-1969)

Il programma degli interventi:

 

Arteterapia e psichiatria tra le carte Maccagnani, Paola Mita,
Archivio storico comunale di Imola
Passato, presente e futuro della salute mentale, Valter Galavotti,
Urasam (Unione regionale associazioni per la salute mentale)
Dall’Istituzione negata alla Psichiatria negata, Ugo Amati, psichiatra
Malati e potere, Anna Ricciardelli, ex assistente psichiatrica del Centro
diagnostico neuropsichiatrico di Imola

  • sabato 14 settembre 2019, ore 10.30

 

Gastone Maccagnani, psichiatra all’Ospedale psichiatrico provinciale Luigi Lolli di Imola dal 1954, sperimenta, grazie all’atelier di pittura avviato nel manicomio dall’artista Germano Sartelli, l’espressione pittorica dei degenti come terapia clinica e, nel 1958, pubblica L’arte psicopatologica, primo studio italiano di arteterapia. Dal 1964 è vice direttore del Manicomio Lolli e dal febbraio al maggio 1969 è primario del Centro diagnostico neuropsichiatrico Silvio Alvisi di Imola, dove promuove un’esperienza alternativa di cura del disagio psichico un decennio prima della chiusura dei manicomi sancita con la legge Basaglia n. 180 del 1978.

 

 


apri

Date:

  • 14 settembre 2019 ore 10.30

Download:

Invito (460Kb)
versione stampabile