Comunità religiose maschili e femminili


Ancelle del Sacro Cuore di Gesù sotto la protezione di S. Giuseppe

via Corelli 36, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/690020
documentazione: ml. 1 (1876-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Ancelle del Sacro Cuore di Gesù sotto la protezione di S. Giuseppe (1876- )

Congregazione religiosa fondata in Imola nel 1876 da madre Lucia Noiret (1832-1899) nel conservatorio di San Giuseppe, dopo l'espulsione delle Scuore della Carità nel 1873. La congregazione svolge soprattutto attività educative per la gioventù e l'infanzia. Nel 1902 le Ancelle furono espulse dal conservatorio e nel 1906 si installarono nella casa Gambetti, denominata poi Istituto Sacro Cuore, dove rimasero fino al 1999. Nel 1992 le Ancelle hanno aperto una casa nella parrocchia di S. Francesco di Assisi di Imola, nel quartiere Pedagna. Il 15 ottobre 2000 si è aperto nella cattedrale di Imola il processo diocesano di canonizzazione di madre Lucia Noiret.

 

Archivio Ancelle del Sacro Cuore di Gesù sotto la protezione di S. Giuseppe

estremi cronologici: 1876-2005
sviluppo lineare: ml. 1
documentazione: documenti della vita comunitaria. L'archivio delle case imolesi della congregazione è depositato presso la casa generalizia di Bologna.
bibliografia: A. Ferri, Una contemplativa in azione. Madre Lucia Noiret fondatrice in Imola della Congregazione delle Ancelle del Sacro Cuore di Gesù sotto la protezione di San Giuseppe, S. Lazzaro di Savena, Campomarzo Editrice, 2003.

 

AF 2005


Convento dei frati minori cappuccini di Imola

via Villa Clelia 16, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/40265
documentazione: ml. 3 (sec. XX-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Convento dei frati minori cappuccini di Imola (1539- )

Il convento di Imola ebbe la sua prima sede in località Montericco dal 1539, per stabilirsi in quella attuale dal 1595 con la chiesa intitolata a San Bartolomeo Apostolo. Il convento possedeva una ricca biblioteca. Dopo la soppressione napoleonica del 1805 e quella italiana del 1866 la comunità religiosa venne dispersa. L'ordine riuscì a riacquistare convento e chiesa nel 1880, dove dal 1895 al 1976 ebbe sede un seminario serafico.

 

Archivio Convento dei frati minori cappuccini di Imola

estremi cronologici: sec. XX-2005
sviluppo lineare: ml. 3
documentazione: atti e documenti della vita comunitaria. L'archivio del convento fino al secolo XIX è presso la curia provincializia di Bologna.
bibliografia: S. Gaddoni, I frati Minori in Imola e i tre Ordini Francescani nella città e diocesi imolese, Firenze-Quaracchi, Tipografia del Collegio di S. Bonaventura, 1911; I Cappuccini in Emilia-Romagna, Storia di una presenza, a cura di G. Pozzi - P. Prodi, Bologna, EDB, 2002; Guida alla documentazione francescana in Emilia-Romagna, Padova, Centro studi antoniani, 1898, [=Fonti e studi francescani. A cura dei Frati Minori Conventuali II Inventari-1], pp. 182-185.

 

AF 2005


Convento dei frati minori dell'Osservanza di Imola

via Venturini 2, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/32429
documentazione: ml. 10 (sec. XV-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Convento dei frati minori dell'Osservanza di Imola (1464- )

Il convento di Imola sorse nel sito attuale nel 1464 accanto alla piccola cappella di Santa Maria delle Grazie. I frati vi si stabilirono nel 1469. Nel 1626 il convento passò ai Minori riformati, che promovevano una più stretta osservanza della regola. Dal 1798 fu più volte occupato e saccheggiato dalle truppe napoleoniche e nel 1810 fu soppresso. I frati lo riacquistarono parzialmente nel 1819 e completamente nel 1832. Incamerato dallo Stato italiano nel 1866, e adibito a manicomio, fu riacquistato nel 1887 da alcuni privati che lo misero a disposizione dei frati, i quali vi fecero così ritorno. Nel 1897 papa Leone XII unificò osservanti e riformati attribuendo loro il nome di frati minori.

 

Archivio convento dei frati minori dell'Osservanza di Imola

estremi cronologici: sec. XV-2005
sviluppo lineare: ml. 10
documentazione: atti e documenti della vita comunitaria. Di particolare interesse le carte dello storico padre Serafino Gaddoni (+1927). Nel 2006 l'archivio del convento è stato versato nell'Archivio provincializio di Cristo Re dei frati minori di Bologna.
bibliografia: S. Gaddoni, I frati Minori in Imola e i tre Ordini Francescani nella città e diocesi imolese, Firenze-Quaracchi, Tipografia del Collegio di S. Bonaventura, 1911; Guida alla documentazione francescana in Emilia-Romagna, Padova, Centro studi antoniani, 1898, [=Fonti e studi francescani. A cura dei Frati Minori Conventuali II Inventari-1], pp. 140-149.


AF 2006


Convento dei Terziari Regolari di S. Francesco del Piratello

via Emilia Ponente 27, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/40455
documentazione: ml. 10 (sec. XV-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Convento dei Terziari Regolari di S. Francesco del Piratello (1484- )

L'ordine è presente ad Imola dal 1484, chiamato a custodire il santuario della Beata Vergine del Piratello, che venne eretto dal 1490 e ristrutturato nel 1532-1538. Soppresso nel 1798, fu riaperto al culto nel 1801, affidato ad un ex terziario regolare come cappellano. Dal 1821 al 1845 e dal 1860 al 1861 vi si trasferirono provvisoriamente i minori riformati dell'Osservanza. Il santuario fu poi retto da clero secolare fino al 1943, quando vi fecero ritorno i terziari regolari.

Archivio convento dei Terziari Regolari di S. Francesco del Piratello

estremi cronologici: sec. XV-2005
sviluppo lineare: ml. 10
documentazione: si veda la scheda della parrocchia della Beata Vergine del Piratello.
bibliografia: S. Gaddoni, I frati Minori in Imola e i tre Ordini Francescani nella città e diocesi imolese, Firenze-Quaracchi, Tipografia del Collegio di S. Bonaventura, 1911; La Madonna del Piratello e i suoi frati. Il terzo Ordine Regolare di San Francesco in Emilia-Romagna, Roma, Editrice Franciscanum, 1966; Guida alla documentazione francescana in Emilia-Romagna, Padova, Centro studi antoniani, 1898, [=Fonti e studi francescani. A cura dei Frati Minori Conventuali II Inventari-1], pp. 308-312.


AF 2005


Monastero delle Clarisse di Imola

via Cavour 2/h, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/23210
documentazione: ml. 12 (sec. XVI-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Monastero delle Clarisse di Imola (sec. XIV- )

L'ordine è presente ad Imola almeno dalla seconda metà del secolo XIII. Il monastero attuale è stato edificato negli ultimi decenni del secolo seguente. La chiesa del monastero, intitolato a Santo Stefano fu ricostruita dal 1770 al 1774. Il monastero fu soppresso nel 1778 e le monache furono unite alle cappuccine. Nel 1823 la comunità unificata fece ritorno al monastero di Santo Stefano, che fu nuovamente incamerato dallo Stato italiano nel 1866; venne poi riacquistato da alcune monache a titolo privato alcuni decenni più tardi.

 

Archivio Monastero delle Clarisse di Imola

estremi cronologici: sec. XVI-2005
sviluppo lineare: ml. 12
documentazione: atti e documenti della vita comunitaria.
bibliografia: P. Bedeschi, Il monastero delle Clarisse di S. Stefano in Imola nel 778° anno dalla sua fondazione. Memorie Storico-Artistiche, Imola, Tip. Fanti, 1978; Guida alla documentazione francescana in Emilia-Romagna, Padova, Centro studi antoniani, 1898, [=Fonti e studi francescani. A cura dei Frati Minori Conventuali II Inventari-1], pp. 247-250.

AF 2005


Piccole Suore di S. Teresa del Bambino Gesù - Casa generalizia

via Emilia 233, 40026 Imola (BO)
tel. 0542/23254
documentazione: ml. 40 (1923-2005)
consultabile secondo le norme del diritto canonico e previa autorizzazione dei superiori

Piccole Suore di S. Teresa del Bambino Gesù - Casa generalizia (1923- )

La congregazione religiosa è stata fondata in Imola nel 1923 dal canonico Giuseppe Mazzanti (1879-1954) e da madre Maria Zanelli (1887-1957). Realizza il suo carisma nella formazione e assistenza dei bisognosi, operando in scuole materne, case famiglia, case di riposo, in Italia e all'estero.

 

Archivio Piccole Suore di S. Teresa del Bambino Gesù - Casa generalizia

estremi cronologici: 1923-2005
sviluppo lineare: ml. 40
documentazione: atti e documenti della vita comunitaria e della congregazione. Presso le comunità dell'Oasi di S. Teresa, Casa Famiglia S. Teresa, Casa del Fanciullo, Casa del Clero e Casa dell'Accoglienza "Madre Vincenza Martelli" si conserva la documentazione archivistica corrente ad esse relativa.
bibliografia: W. Falconi, Il canonico Giuseppe Mazzanti, Imola, Istituto Piccole Suore di S. Teresa del Bambin Gesù, 1980; G. G.Pesenti, Apostoli imolesi, Madre Maria Zanelli Canonico Giuseppe Mazzanti. Fondatori delle Piccole Suorei di Santa Teresa del Bambin Gesù, Morena, Edizioni O.C.D., 1986; A. Bassani, Santa Teresa, Padre Giuseppe, Madre Maria, Imola, Istituto Piccole Suore di S. Teresa del Bambino Gesù, 1992.

 

AF 2005