Accade a Imola 1851-1860

cronologia degli eventi


1851
11 marzo
muore Francesco Alberghetti che lascia i suoi beni al Comune di Imola con la clausola che il capitale, messo a rendita per trenta anni, deve quindi essere investito a vantaggio delle arti e dei mestieri. Nel 1881 apre l'Istituto industriale Alberghetti

1855
marzo-dicembre
460 morti di colera. Le strade più colpite dal contagio sono quelle più povere: Saragozza, Callegherie, Case di Dozza, Fossatone, Framello

1857
6 giugno
papa Pio IX visita Imola

1859
14 giugno
cessa di fatto a Imola il governo pontificio: atterrato lo stemma del papa e innalzato quello del Comune

24 settembre l'assemblea delle Romagne con voto unanime chiede l'annessione al Regno di Sardegna

10 ottobre Giuseppe Garibaldi, accolto dal municipio con un solenne ricevimento, invita gli imolesi a formare un corpo di volontari garibaldini

1860
5 marzo
muore Giovanni Codronchi Argeli: lascia in eredità alla Biblioteca comunale la sua collezione di stampe e manoscritti di autori imolesi antichi e moderni

11 marzo plebiscito in Emilia e in Toscana di annessione al Regno di Sardegna

18 marzo in seguito ai risultati del plebiscito dell'11 marzo 1860 il re Vittorio Emanuele II promulga il regio decreto d'annessione delle province dell'Emilia al Regno di Sardegna