Teodora G.

entra in manicomio nel 1896 a 33 anni con la diagnosi melanconia semplice con idee deliranti e con accessi d’ansia. In famiglia mangiava prevalentemente granoturco e polenta e la mamma e la sorella sono morte di pellagra. I medici sono fiduciosi che possa guarire con una buona cura ricostituente e del buon cibo. Ma Teodora si abbandona a un lento deperimento e muore per tisi polmonare nel 1900.