Viaggio alla scoperta della terra con Giuseppe Scarabelli

1820-2020: percorso didattico per il bicentenario della nascita

Pronti per un viaggio avventuroso alla scoperta della terra? Chi è e che cosa fa il geologo? Come si legge e a cosa serve una carta geologica? Con noi c'è una guida d'eccezione: lo scienziato, geologo e archeologo imolese Giuseppe Scarabelli. Lo conoscete? Ecco qualche dettaglio su di lui.
Giuseppe nasce a Imola il 15 settembre 1820. Pensate, quest'anno compirebbe ben 200 anni! Suo papà si chiama Giovanni ed è un medico. Sua mamma si chiama Elena Gommi Flamini ed è di nobile famiglia.

La passione per lo studio della terra, scrive Giuseppe, gliela trasmette suo padre Giovanni che lo portava spesso a fare passeggiate ed escursioni nel territorio vicino a Imola, insegnandogli a fare la prima cosa che ogni buon geologo deve fare: osservare.

Giuseppe vive e lavora nell'Ottocento e non ha a disposizione i tanti strumenti della tecnologia di oggi, ma possiede un buon occhio che sa osservare e un cervello fino che sa pensare. Queste sono doti che nessuna macchina può sostituire!

Nel nostro percorso alla scoperta della terra ci guida Scarabelli con i documenti utilizzati nella sua attività di geologo, paleontologo e archeologo conservati nel suo Archivio scientifico: appunti, manoscritti, taccuini, disegni, carte e sezioni geologiche, fotografie. Impareremo anche a riconoscere la sua calligrafia: sottile, inclinata a destra e non sempre di immediata lettura.

I documenti originali e importanti per la loro unicità sono stati donati da suo nipote Giovanni Toldo nel 1937 alla Biblioteca comunale di Imola dove sono conservati.

Pronti? Zaino in spalla. Si parte!