Notizie sull'archivio

pzz. 19317, m.l. 808 (1084-1969, con documentazione al 1033)

L'Archivio storico comunale di Imola comprende la documentazione prodotta dagli organi di governo e di amministrazione del Comune di Imola a partire dall'XI secolo.
La conservazione della documentazione prodotta dalle diverse magistrature cittadine di Imola è attestata dalla seconda metà del Duecento, quando due notai imolesi risultavano in servizio nell'Archivio del Comune conservato presso la sacrestia dei minori francescani di Imola.
Alla fine del Quattrocento l'archivio comunale si trovava invece presso i Domenicani.
Nella prima metà del Cinquecento l'archivio fu trasferito nel palazzo del Comune.
Nel corso del Settecento vennero intrapresi due importanti interventi di riordino: il primo, nei primi anni del secolo, riguardò la parte più antica dell'archivio, la cosiddetta “segreteria” (il fondo diplomatico); il secondo, a partire dal 1788, interessò l'intero archivio e la documentazione, in particolare di antico regime, venne articolata in serie.
Dopo l'unità d'Italia, venne realizzato un riordino che si concretizzò nella redazione dell'Inventario dell'archivio comunale di Imola dall'anno 1084 a tutto il 1863 (a cura di Luigi Marchi, ms., [1864]), ancora oggi parzialmente utile agli studiosi.
Con delibera del consiglio comunale del 13 dicembre 1902 l'archivio venne affidato alla Biblioteca comunale e una volta trasferita e riordinata la documentazione fu compilato, il nuovo inventario, a cura di Romeo Galli, direttore della biblioteca (Archivio storico. Inventario (1084-1900), ds., 1933).

Il fondo si articola in tre partizioni:

  • Periodo medievale (1084-1504, con documentazione al 1033 e al 1591)
  • Antico regime (1504-1797, con documentazione al 1305 e al 1819)
  • Età contemporanea (1797-1969, con documentazione dal 1633)

Strumenti di ricerca

  • Archivio storico comunale di Imola (consulta l'inventario on line). Il lavoro è tuttora in corso di svolgimento, con l'obiettivo di mettere a sistema gli strumenti elaborati negli ultimi anni utilizzando il sofware di descrizione archivistica Sesamo: le banche dati sono state migrate da Sesamo nella piattaforma IBC-xDams, ed è in corso un'operazione di revisione e integrazione per giungere alla pubblicazione on line anche delle schede descrittive delle unità archivistiche. 
  • Guida agli Archivi storici comunali: con appendice relativa ai principali archivi presenti a Bologna e nel territorio provinciale, a cura di Maria Letizia Bongiovanni e Giampiero Romanzi (promossa dalla Provincia di Bologna), Bologna, 1997
  • Archivi storici in Emilia-Romagna. Guida generale degli Archivi storici comunali, a cura di Giuseppe Rabotti (promossa dalla Soprintendenza Archivistica per l'Emilia-Romagna), Bologna, Analisi, 1991
  • Archivio storico. Inventario (1084-1900), a cura di Rome Galli, ds., 1933
  • Imola. Dozza. Tossignano. Fontana Elice, a cura di Romeo Galli, in Gli archivi della storia d'Italia, a cura di Giuseppe Mazzatinti, vol. I, Rocca San Casciano, 1898, pp. 155-211
  • Inventario dell'archivio comunale di Imola dall'anno 1084 a tutto il 1863, a cura di Luigi Marchi, ms., [1864]
  • Francesco Bonaini, Gli archivi delle provincie dell'Emilia e le loro condizioni al finire del 1860, Firenze, 1861, pp. 78-83

Sono inoltre disponibili strumenti di ricerca a singoli nuclei documentari e a singole serie.