Archivi familiari e di persone, carteggi privati

Orsini Luigi (1873-1954)

Luigi Orsini (Imola, 13 novembre 1873-Imola, 8 novembre 1954), poeta e pubblicista, librettista e conferenziere, fondò nel 1904 con Gaetano Gasperoni la rivista “La Romagna nella storia, nelle lettere e nelle arti”. Collaborò con importanti giornali: “Popolo d'Italia”, “Il Resto del Carlino”, “Regime fascista”, “L'Illustrazione Italiana”.

Nel 1911 ottenne la cattedra di letteratura poetica e drammatica presso il Regio Conservatorio di Milano, presso cui insegnò fino al 1939. Durante il fascismo svolse attività di oratore ufficiale in numerose cerimonie civili, tra cui nel 1928 l'inaugurazione del monumento ai caduti imolesi della prima guerra mondiale. Vinse con la lirica Humilis ardeo il “Lauro d'oro” alla prima accademia nazionale di poesia tenuta a Milano nel 1933. Nel 1938 e nel 1943 Luigi Orsini donò alla Biblioteca comunale numerosi libri, e, per volontà testamentaria, destinò a essa la sua biblioteca.

Bibliografia
Andrea Ciotti, Ricordo del poeta Luigi Orsini, in Imola e Val di Santerno. Studi e fonti, Imola, Galeati, 1977 (Atti dell'Associazione per Imola storico-artistica, 9), pp. 281-304. Luigi Orsini, Il mio sentiero. Ricordi di vita e d'arte, Milano, Gastaldi, 1954.

Le parole di una vita. Libri e carte di Luigi Orsini in biblioteca, a cura di Marina Baruzzi, Silvia Mirri, Chiara Sabattani, Imola, Galeati, 2004.

Fondo archivistico

Archivio Luigi Orsini, bb. 70 (1898-1954): corrispondenza, produzione letteraria e critica, carte inerenti la vita e le opere di Luigi Orsini, raccolta Anna Greppi e raccolta Tina Gardi.

Provenienza: legato testamentario di Luigi Orsini, 1954, dono di Giacomina Gardi sorella di Tina Gardi Orsini, 1965.

Strumenti di ricerca
Archivio Luigi Orsini. Inventario. A cura di Magda Abbati e Mirella Maria Plazzi, 1990.

Altra documentazione
Presso l'Archivio storico comunale è conservato anche l'Archivio della famiglia Orsini.

Fondi librari

Doni Orsini 1938-1945
Comprendono 650 libri e opuscoli; sono conservati nei depositi storici.
Si tratta di opere di storia e letteratura novecentesca, con un’importante presenza di poesia contemporanea.
Furono donati dal poeta nel 1938 e nel 1945. Il dono del 1938 è descritto nell’Elenco libri donati alla Biblioteca dal comm. Luigi Orsini, redatto da Romeo Galli in occasione dei doni e conservato nell’Archivio della Biblioteca.
I titoli sono reperibili nel catalogo storico.

Biblioteca Luigi Orsini
Comprende 1100 volumi, opuscoli e riviste ed è collocata come fondo autonomo nei depositi.
Si tratta di una parte della biblioteca personale del poeta. Sono presenti testi di letteratura classica, moderna e contemporanea, prime edizioni corredate da dediche, saggi di critica letteraria, di storia, di arte e di argomento religioso, pubblicazioni di interesse locale, anche in dialetto romagnolo, riviste di argomento letterario, spartiti e pubblicazioni su musicisti.
Il fondo è pervenuto nel 1954 con lascito testamentario alla Biblioteca comunale. Nell’occasione fu realizzato un Inventario lascito L. Orsini (1956), conservato nell’Archivio della Biblioteca.
I titoli sono reperibili nel catalogo on line.

Fondo Tina Gardi Orsini
Comprende 340 volumi e ha mantenuto la sua unità nei depositi storici (Sala 9).
Si tratta di libri di argomento prevalentemente letterario, molti dei quali in lingua straniera, destinati dalla vedova Orsini alla Biblioteca con disposizione testamentaria nel 1957.
I titoli sono reperibili nel catalogo storico e nel catalogo on line. Sfoglia o cerca un titolo.

Bibliografia
Silvia Mirri, La biblioteca di Luigi Orsini: opere, edizioni, esemplari in Le parole di una vita. Libri e carte di Luigi Orsini in Biblioteca, Imola, Biblioteca comunale, 2004