Età contemporanea

1797-1969, con documentazione dal 1633

La prima municipalità repubblicana venne istituita a Imola il 3 febbraio 1797. Durante il primo periodo repubblicano (Repubblica cispadana 1797; Repubblica cisalpina 1798-1799) la città fu capoluogo del dipartimento del Santerno fino al maggio del 1798, poi passò a quello del Lamone (con capoluogo Faenza) e successivamente, dal settembre dello stesso anno, a quello del Reno (con capoluogo Bologna).
Nel breve periodo della reggenza provvisoria austriaca (giugno 1799-luglio 1800), a Imola si insediò una deputazione aulica provvisoria e successivamente una cesarea reggenza provvisoria.
Nel secondo periodo repubblicano (seconda Repubblica cisalpina 1800-1802; Repubblica italiana 1802-1805), Imola, nuovamente retta da una municipalità, divenne sede di viceprefettura, all'interno del dipartimento del Reno (con capoluogo Bologna).
Con la proclamazione del Regno d'Italia, nel 18 marzo 1805, la municipalità cittadina venne sostituita da un podestà, all'interno di un generale processo di centralizzazione politica e amministrativa.
Seguì la parentesi austriaca e murattiana (dicembre 1813-luglio 1815), le cui vicende politiche e militari non modificarono la struttura amministrativa imolese.
Con la Restaurazione, Imola e il suo territorio vennero aggregati alla delegazione di Ravenna e retti da un governatore, avente funzioni di supervisione politica e amministrativa. Durante il periodo di governo pontificio la città fu retta da governi provvisori nel febbraio-marzo del 1831 (governo provvisorio delle province unite) e nel febbraio-luglio 1849 (repubblica romana).
Durante il regno d'Italia (1859-1922) vennero fissate le norme per la designazione di sindaco e giunta municipale, vennero istituite le province e Imola venne compresa nella circoscrizione di Bologna.
Nel periodo fascista (1922-1944), gli organi elettivi del comune furono aboliti e sostituiti dal podestà che riunì funzioni e poteri precedentemente attribuiti al sindaco, alla giunta e al consiglio comunale. Dopo la liberazione, il Comitato di liberazione nazionale nominò il consiglio comunale, che designò poi la nuova giunta e il sindaco.

Fondo archivistico
Età contemporanea
(1797-1969, con documentazione dal 1633): comprende la documentazione prodotta dagli organi del Comune di Imola dall'inizio della dominazione francese (febbraio 1797) fino al 1969.

Struttura del fondo:

  • Regolamenti (1746-1925)
  • Consiglio comunale (1802-1969)
  • Magistratura, poi giunta municipale (1806-1969)
  • Governo provvisorio (1831)
  • Atti del podestà e del commissario prefettizio (1927-1945)
  • Carteggio amministrativo (1797-1960)
  • Protocolli (1797-1960)
  • Repertori (1865-1893, con lacune)
  • Corrispondenza riservata (1803-1911, con lacune)
  • Istrumenti e scritture (1806-1969)
  • Territorio (1776-1816)
  • Stampe (1797-1958)
  • Personale (1871-1957)
  • Polizia municipale e igiene (1882-1907)
  • Stato civile, anagrafe e servizi demografici (1805-1958)
  • Ufficio assistenza (1951-1977) poi servizi sociali (1977-1986)
  • Documentazione economico-finanziaria (1794-1978)
  • Leva e affari militari (1886-1950)
  • Agricoltura e commercio (1790-1950)
  • Ufficio di razionamento consumi (1942-1949)
  • Piante e disegni di strade e fabbricati (1633-1886)
  • Ufficio tecnico (1862-1964)
  • Miscellanea (secc. XVIII-XIX)
  • Biblioteche (sec. XVIII-1992, con seguiti al 2003)
    • Biblioteca comunale di Imola (seconda metà sec. XVIII-1978)
    • Biblioteca Andrea Ponti di Imola (1900-1992)
    • Rete di prestito di Imola (1954-1959)
  • Eredità amministrate dal Comune di Imola (1851-1920)
    • Eredità Alberghetti (1851-1920)
    • Eredità Mancurti (1872-1912?)
    • Opera pia Luzzi (1875-1892)
    • Eredità Calderini (1878-1913?, con doc. dal 1864)
    • Eredità Pietro Baroncini (1898-1992)
  • Istituti scolastici comunali (1806-1900)
    • Comitato di pubblica istruzione (1806-1844?)
    • Ginnasio comunale di Imola (1804-1887)
    • Scuole elementari ([1860-1924])
  • Collegio convitto “Amedeo di Savoia” (1874-1883)
  •  Patronato scolastico (1898-1979)
  • Ente comunale di assistenza (Eca) e opere pie concentrate nell'Eca (1933-1978)
  • Aziende Municipalizzate di Imola Acqua-Gas-Elettricità (1903-1953)